Archivio

Archivio per la categoria ‘2 - L'Opinione’

15 aprile 2014

Se Favilli fosse stato coerente avrebbe dovuto lasciare il Consiglio Comunale subito dopo la sua elezione visto che il PRI gli aveva tolto la fiducia e che lui era stato eletto proprio beneficiando dei voti del PRI.

Invece lo lascia adesso quando la legislatura è già finita, ossia quando il gesto è privo di qualsiasi efficacia.

 

Dice Massa Comune che solo per interesse Forza Italia si è ora alleata con i Repubblicani.

Ma di cosa stanno parlando, non sanno che FI e PRI sono alleati al Comune di Massa Marittima da tre legislature?

 

A proposito di Favilli Massa Comune dice “qualcuno che si erge dalla mediocrità della politica, sia di destra che di sinistra”; se è così perché non lo mette nella propria lista alle prossime comunali così dopo cinque anni di attività di consigliere comunale tutti possano vedere quanto sia stato utile il lavoro di Favilli e quanto consenso si sia conquistato?

14 aprile 2014

Non c’è bisogno di concordare alcun metodo per far fuori MASSA COMUNE.

MASSA COMUNE si è fatta fuori da sola con la sua decisione da prima della classe (ULTIMA, in realtà) e con farneticazioni come questa a firma Gabriele Galeotti.

Luca Santini

niente-di-piu-semplice

Verso le elezioni politiche

15 gennaio 2013

edera-fogliaI Repubblicani di Grosseto, che per ragioni di mancati accordi con i loro alleati storici a livello nazionale hanno preferito non presentarsi alle elezioni politiche, non rinunciano nella nostra provincia a chiarire la loro posizione politica e di rapporto con gli altri soggetti politici.

 

In una riunione di questi giorni sono stati spiegati i motivi della rinuncia a partecipare proprio perché avrebbero dovuto accettare una limitazione drastica di funzione politica e perfino di scelta dei propri candidati.

 

“L’autonomia del PRI e dei Repubblicani per noi viene prima di tutto”.

 

Era questa la posizione del Segretario Nazionale che si poteva leggere su “La Voce Repubblicana”, il giornale politico del PRI.

 

A Grosseto i Repubblicani, fin dal momento in cui si è deciso di andare al voto, avevano chiaramente anticipato il loro orientamento volto a preferire, rispetto ad ogni altra ipotesi di alleanze, la conferma dell’intesa con il PdL, anche se ad onor del vero l’idea era entrata in crisi nel momento in cui Berlusconi aveva deciso di rinunciare alle primarie e di ripresentarsi come candidato dello schieramento di centro-destra.

 

Il concetto è spiegato da Renato Algeri, referente dei Repubblicani di Grosseto.

 

“Avremmo senz’altro preferito un PdL profondamente rinnovato in tutti i suoi settori, dagli ex forzisti alla “Lega Nord” ed in questo senso vedevamo bene l’ipotesi delle primarie portata avanti da Alfano.

Prosegui la lettura…

Intervento del 27 novembre u.s. di Umberto Marrami alla presentazione del libro di Gianpiero Caglianone “Ultimi echi del garibaldismo a Massa Marittima”

12 dicembre 2010

locandina-ultimi-echi-213x3004Massa Marittima

la più patriottica e più repubblicana

 

Nel libro di Gian Piero Caglianone si colgono quattro aspetti salienti che io ripercorrerò, ma solo molto sinteticamente, sia per non ripetere concetti già illustrati dai precedenti relatori, sia perché nel dilungarmi non potrei in nessun modo rendermi efficace quanto invece può esserlo la lettura del libro.

Una lettura che consiglio a chiunque, un libro per tutte le librerie, da quella di famiglia a quelle pubbliche e dell’istruzione.umbero-marrami

Sono portatore della convinzione che chi voglia occuparsi di una collettività, o semplicemente vivere in mezzo ad essa, abbia bisogno prima di tutto di conoscerne la storia.

 

1° Volontarismo dei massetani.

Ossia quella tendenza dei massetani, ripetuta nei fatti, a muoversi spontaneamente a difesa degli ideali, a donarsi per gli altri, perfino senza dar peso al rischio dell’estremo sacrificio; in più di 400 seguirono G. Garibaldi nelle diverse vicende risorgimentali, oltre trecento si arruolarono volontari nella grande guerra, in 13 partirono volontari per le Argonne per difendere la Francia contro l’aggressione tedesca.

L’autore si chiede se quella del Volontarismo non sia la componente fondamentale del carattere dei massetani.

E’ un ragionamento del tutto condivisibile; le generazioni dei massetani che si sono succedute dall’inizio del Risorgimento fino ai giorni nostri hanno sempre mostrato radici profonde in fatto di carattere culturale e sociale, che probabilmente

Prosegui la lettura…

Scuole Superiori addio!

19 novembre 2010

Il Consiglio Provinciale di Grosseto di martedì 16 Novembre ha deciso di togliere l’Indirizzo Turistico alle Scuole Superiori di Massa Marittima e di darlo a Follonica.banchi-scuola1

In compenso ha deciso di darci lo zuccherino  di un Professionale alberghiero (una scuola per coloro che vorranno lavorare in alberghi o ristoranti, tanto per intenderci) che non colma affatto la grave ferita inferta al Comune di Massa Marittima.

La realtà è che con questa decisione il Consiglio Provinciale ha dato una svolta finale all’economia massetana.

Ciò in quanto, poiché il Turistico è stato l’indirizzo più frequentato, venendo meno questa frequenza in pochi anni andrà in crisi l’intero complesso delle scuole superiori ad indirizzo tecnico del Comune.

Per di più, in considerazione del fatto che a Follonica verrà istituito il Liceo delle Scienze Umane, un indirizzo molto simile al nostro Liceo Classico, e che a Grosseto, come dichiarato dal dirigente scolastico di Massa Marittima Nicola Ottaviano, verrà aperta una specializzazione chimica, seppur rivolta al servizio sanitario, potrebbe far perdere alunni provenienti da Follonica, Gavorrano e Scarlino. 

Prosegui la lettura…

Scuole Superiori di Massa Marittima: Marrami (PRI) attacca il PD ed ironizza verso il PDL

16 novembre 2010

umberto“E’ veramente preoccupante che il destino di queste popolazioni sia affidato ad una classe politica di così basso livello”.

 

Attacca così Umberto Marrami (in foto), esponente di punta dei Repubblicani della Toscana, e figura ascoltata anche a Roma facendo parte da molti anni della Direzione Nazionale del P.R.I., quando gli chiediamo un parere sulla delicatissima questione delle Scuole Superiori nella Provincia di Grosseto.

Come abbiamo già evidenziato su queste colonne Massa Marittima rischia la chiusura delle Scuole Superiori se, come sembrerebbe probabile, dovessero essere concessi nuovi Indirizzi di Studio a Follonica in competizione o in conflitto con quelli già in esercizio nel nostro Comune.

 

“La realtà, continua Marrami, sta sotto gli occhi di tutti; il Partito Democratico governa Comuni e Provincia di Grosseto senza il minimo barlume di una cultura di Programmazione del Territorio.

Supponiamo che venga concesso l’Indirizzo Turistico a Follonica quali sarebbero le sorti del nostro Istituto Tecnico? Nello stesso modo e di conseguenza, quali sarebbero le sorti del nostro Liceo? Crede che il Presidente della Provincia Marras si sia posto l’interrogativo?”

 

D. Quali, secondo Lei, le ragioni che spingerebbero la Provincia ed il PD a prendere tale decisione che se fosse realmente attuata rischierebbe di affossare definitivamente l’economia del Comune?scuole-superiori

Prosegui la lettura…

“La Politica in Bottiglia” di Umberto Marrami

23 agosto 2010

bottiglie-allegre2Anche questa stagione politica conferma ciò che a Massa Marittima è sempre stato.

Da un lato un’Amministrazione Comunale convinta di far bene, dall’altro una Minoranza Consiliare convinta che la Maggioranza non governi bene il Comune o, addirittura, che non ne sia nemmeno capace, in mezzo i massetani costantemente scontenti di come vanno le cose.

E’ così da anni; si potrebbe dire che sia sempre stato così.

Chi ha ragione, chi ha torto? Chi vede bene la situazione locale?

A chiunque si ponesse l’interrogativo, apparirebbe chiaro che la domanda contiene in sé un paradosso, è come se non Prosegui la lettura…

Umberto risponde alla LETTERA ANONIMA

16 agosto 2010

clip_image0021

Caro (forse) amico ignoto,

il forse vorrai accettarlo, almeno per prudenza, dato che non ho la ventura di sapere chi mi abbia scritto ed a chi io mi stia rivolgendo.

Rispondo brevemente alla tua lettera che a dire il vero mi appare un po’ risentita ed un po’ confusa, ma anche affettuosa.

Lo faccio partendo proprio dalla struttura politico sociale che trae origine dal feudalesimo, ed in una certa misura dal lungo periodo medievale precedente, che chiami in causa per rappresentare il sistema di potere attuale con i suoi rapporti di sudditanza e di compiacenza politica.

Il taglio un po’ arrabbiato del tuo discorso ti porta a trascurare un aspetto importante del

Prosegui la lettura…

Lettera anonima ricevuta da Umberto Marrami

16 agosto 2010

Riportiamo la lettera anonima che Umberto Marrami ha ricevuto per posta

clip_image002

Intervista ad Umberto Marrami (PRI): “Promesse, ma pochi fatti. I Repubblicani non si fidano delle buone intenzioni espresse in Consiglio”

17 marzo 2010

ospedale

La Nazione del 17 Marzo 2010

UMBERTO Marrami, l’esponente del Pri locale, torna sull’assistenza sanitaria per niente convinto che il Direttore Generale dell’Asl Fausto Mariotti abbia sciolto tutti i dubbi emersi in queste settimane.
«Come è stato facile riscontrare la mia denuncia sulla mancata attuazione degli impegni da parte dell’Azienda Sanitaria in materia di primariati e di organizzazione dei servizi al Sant’Andrea colpiva nel segno. Infatti — afferma Marrami — subito dopo si sono mossi il Pd, Massa Comune ed anche il sindaco ha cercato di spengere le polemiche organizzando un’audizione del direttore invitandolo ad una seduta del Consiglio».
Quindi non crede che si risolvano i problemi dell’ospedale?
«Suggerisco di non affidarsi troppo al buonismo che direttore e Giunta, del tutto d’accordo tra di loro, hanno cercato

Prosegui la lettura…