Home > 3 - Massa Marittima > Il rimpasto non va giù ai Repubblicani

Il rimpasto non va giù ai Repubblicani

15 gennaio 2012

la-nazione1

da “LA NAZIONE” del 15.01.2012

Non piace ai repubblicani di Massa il rimpasto nella giunta comunale con l’ingresso di Daniele Morandi e Flavio Azzeri al posto dei dimissionari Franco Donati e Isabella Bolognini. Il dissenso del partito dell’edera è chiaramente manifestato dal capogruppo Luca Santini che senza mezzi termini afferma come «il sindaco Lidia Bai abbia perduto un’ottima occasione per dare una sterzata alla sua amministrazione». Perché giudicate negativamente il rimpasto? «A questo punto il Pd ha toccato il fondo — sostiene Santini — ma il problema non riguarda le sorti del Comune perché con questi o con quelli le sorti non sarebbero cambiate. Grazie ai nostri amministratori l’economia è agonizzante e anche se al peggio non c’è mai limite bisogna ammettere che è già stato consumato tutto il male che amministrativamente poteva essere fatto, l’occupazione è zero, come la ripresa economica e quella sociale». Si può spiegare meglio? «Non credo che a Massa non ci sia di meglio della candidatura di Zazzeri all’assessorato delle risorse produttive, ossia commercio, turismo, industria. Il giudizio non riguarda la persona, ma le competenze. Alla costituzione della giunta, subito dopo le votazioni, la Bai non volle dargli neppure l’assessorato allo sport, con quale criterio oggi gli affida le deleghe più determinanti dell’amministrazione?». E riguardo alla nomina di Morandi? «Qui il discorso è diverso — dice Santini— in quanto Morandi è capace e sicuramente esperto nel settore dell’urbanistica e noi repubblicani polemizzammo tre anni fa quando la Bai lo fece fuori perché voleva una giunta di giovani. Quindi o Morandi era la soluzione per l’urbanistica ed in questo caso avrebbe dovuto nominarlo tre anni fa, o non lo era ed in questo caso non avrebbe dovuto nominarlo neppure adesso».

3 - Massa Marittima