Home > 0 - News, 3 - Massa Marittima > A un anno dall’arrivo dei profughi nessuno conosce i costi dell’accoglienza

A un anno dall’arrivo dei profughi nessuno conosce i costi dell’accoglienza

25 giugno 2012

edera1E’ passato un anno dai primi arrivi dei profughi nella città del balestro e si cominciano a percepire i malumori della gente di Massa Marittima sulla gestione complessiva del fenomeno da parte dell’Amministrazione. Chiediamo al consigliere repubblicano Luca Santini, che un anno fa si dichiarò fortemente contrario alla politica del presidente della Regione Enrico Rossi e dell’assessore comunale Luciano Fedeli, quali somme si possano tirare dopo dodici mesi di esperienza. “Siamo dello stesso parere di un anno fa - commenta Santini - Allora dissi e lo confermo oggi che il problema degli immigrati non va affrontato dal lato della carità né da quello della compassione, aspetti importanti, ma che non competono agli amministratori pubblici. E’ ovvio che nessuno voglia fare del mero nazionalismo rispetto a tragedie come quelle che abbiamo visto in oriente e nel nord Africa. Resta il fatto, però, che occorreva ed occorre affrontare l’emergenza sapendo bene ciò che possiamo far pagare alla gente. L’Amministrazione - continua l’esponente repubblicano - e le forze che la sostengono badano solo a fare del populismo, insomma vanno alla ricerca di voti anche quando si trattano problemi così seri e preoccupanti”. Secondo Santini agli immigrati “vengono assicurati alloggio, vitto, scuola ed un reddito da attività, ma a Massa Marittima nessuno conosce il costo dell’operazione su base annua. Quanti costi gravano sulla collettività massetana e quanto sulla Regione? Quante risorse vengono messe a disposizione dalla Società della Salute? Quanti addetti sono coinvolti nella gestione del fenomeno? Chi sostiene tali costi? Un anno fa - incalza - i repubblicani furono tacciati perfino di intolleranza razzista, oggi credo che molti cittadini, superata l’emotività del momento, ci stiano dando ragione. Dagli oppositori politici, sia di maggioranza che di minoranza, invece non mi aspetto nulla, conta oggi, e conterà domani, solo il giudizio dei massetani”.

0 - News, 3 - Massa Marittima